Isola di Lampedusa … MARE 10 E LODE!

foto-2-p

Lampedusa è un piccolo lembo di terra piatta ricoperta da macchia mediterranea e circondata dal mediterraneo, dove la natura determina e domina i ritmi dell’uomo. Protagonista indiscusso dell’isola è il mare …Impossibile restare indifferenti davanti alla meraviglia del mare di Lampedusa, è uno spettacolo che lascia davvero senza parole.

foto-1-p

Già dall’aereo, quando ci si avvicina all’isola, si possono vedere i colori di alcune baie e calette assolutamente fantastiche. Azzurro turchese, verde smeraldo, blu cobalto…. Acque cristalline che si infrangono dolcemente sugli scogli o sulla sabbia finissima e bianca delle spiagge.

foto-3-p

Già, le spiagge, come la famosa Spiaggia dei Conigli che è stata votata come la più bella del mondo nel 2013 e che, fidatevi, vi rimarrà nel cuore e negli occhi per sempre.
Qui vi sembrerà di essere ai caraibi…. Dall’alto si domina uno scenario mozzafiato ammirando la sabbia bianchissima che degrada dolcemente nel mare dai colori spettacolari. Appena scesi… subito in acqua, dove decine di pesci vi gireranno intorno!

foto-4-p

Ci sono altre spiagge di sabbia molto belle (Guigia, Cala Francese, Cala Croce, Sciatu Perso, Portu’nToni, ecc…) che meritano sicuramente di essere viste. Il mare, in base alla spiaggia che si sceglie, avrà colori sempre diversi… verde se andate a cala Creta, azzurro alla Guitgia, a Cala Croce e a Portu’nToni, blu se andate a Cala Francese e a Sciatu perso.

foto-7-p

E poi ci sono molte calette che non hanno sabbia ma scogli abbastanza piatti e grandi da consentire un agevole accesso al mare. Tra queste Cala Calandra (o Mare Morto, così detto perché il mare è quasi sempre calmo) e Cala Creta, che è anche attrezzata con sdraio e ombrelloni.
Un punto esclamativo va alla meravigliosa Cala Pulcino che si raggiunge con una camminata di mezz’ora circa ed è una spiaggia fatta di sassi arrotondati dal mare ma che merita assolutamente questo “sacrificio”. Qui vi aspetta un mare azzurro turchese limpido e trasparente.
Un’altra spiaggia molto particolare è Cala Galera che si raggiunge a piedi dopo una camminata di 20 minuti circa e che si trova in fondo ad un vallone. Il mare qui ha colori molto particolari a causa del fondale che è di sabbia scura mista a sassolini.

foto-6-p

E poi… be poi ci sono quei posti che io definisco clamorosi, specchi d’acqua e calette, grotte e insenature davvero straordinarie che si raggiungono solo via mare. E quindi? Semplicissimo! Ogni giorno ci sono decine di barche che fanno il giro dell’isola e vi portano a vedere tutti questi posti meravigliosi. Oppure, se preferite, potete noleggiare una barca o un gommone e fare il giro da soli, fermandovi dove e quando volete. Ovviamente sono barche che non richiedono la patente nautica. E facilissime da guidare.

foto-5-p

Soste obbligatorie sono Cala Pulcino (che si può raggiungere anche via terra ma che merita di essere vissuta anche dalla barca), la Tabaccara, le “Acque” e anche Muro Vecchio, Taccio Vecchio e le numerose grotte (come la grotta della pioggia, così detta perché dalla volta cadono gocce d’acqua dolce) che si trovano nel versante nord dell’isola.
E ricordatevi che a Lampedusa la stagione turistica è lunga… da Giugno a fine Ottobre e che si raggiunge da tutta Italia con voli diretti o, dalla Sicilia, anche con la nave.
Quindi… ci vediamo a Lampedusa!

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 + = 20

In Viaggio